Criminalità a Manchester

crime ukMolti dall’Italia ci domandano sui livelli di criminalità a Manchester. Non e’ sorprendente, dato tutto quello che si sente dai media italiani e britannici: “Manchester città più pericolosa della Gran Bretagna”, “Manchester: allarme baby gang”, o addirittura “Manchester troppo pericolosa per le ronde di perlustrazione della polizia”. Ok ok, Manchester è una grande città, e come ogni grande citta’ i crimini succedono…

Le statistiche sui crimini a Manchester sono disponibili online. Nella pagina della Greater Manchester Police si può consultare la crime map, che mostra il numero di crimini nella zona coperta dal Manchester Council; nella stessa pagina si possono anche ottenere i dati di qualsiasi area che si disegni sulla cartina. Ma non solo, si può anche scavare a fondo e sapere quali crimini sono successi (furti? Rapine? Schiamazzi?) e lo stato delle indagini. Sempre sul sito della polizia si possono anche confrontare altre città in termini di crimini relativi alla popolazione, così scoprirete se a Manchester succedono più o meno misfatti rispetto a Liverpool, o a Birmingham, o altre città simili.

Dare un’occhiata ai dati è senza dubbio informativo, però se volete un consiglio non impantanatevi nelle statistiche dei crimini. Non solo c’è una quantità infinita di dati, ma è anche difficile trarre conclusioni. In generale, cercate di evitare determinate zone (abbiamo già scritto sulle aree di Manchester più o meno belle), soprattutto evitatele se siete da soli di notte (come se ci fosse bisogno di dirlo!). Piccadilly Gardens sembra anche essere un hotspot da evitare di notte, anche se situato proprio nel cuore del centro città. Però non facciamo del terrorismo inutile: in tutte le città ci sono delle zone da evitare. Non diamo troppa attenzione a cosa dicono i giornali perchè lo sappiamo che a loro piace creare il caso. Io vivo a Manchester da molti anni, e a parte una bicicletta rubata (quello ancora brucia…) a me non è mai successo niente, e sono sicura che molti potrebbero dirvi la stessa cosa. Con un po’ di sale in zucca riuscirete a ridurre il rischio in modo significativo, quindi la mia conclusione è: usate la testa e andate tranquilli!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *