Manchester in bicicletta

Usare la bicicletta come mezzo di trasporto a Manchester è un’opzione plausibile: se si vive in città o dintorni le distanze sono limitate e dunque percorribili in bicicletta; inoltre Manchester è piatta, e l’assenza di “mostri” di salite è un fattore incoraggiante per chi non è sufficientemente motivato…

Per chi sta pensando di muoversi su due ruote abbiamo una notizia buona e una cattiva.

Santander cycles di Londra: l'esempio non verrà seguito a Manchester

Santander cycles di Londra: l’esempio non verrà seguito a Manchester

La cattiva notizia e’ che per il momento a Manchester non è in programma l’attuazione di uno schema di cycle hire pubblico. Dunque se volete muovervi in bicicletta dovete comprarne una…

Quella buona è che il governo ha stanziato somme significative nell’investimento di nuove infrastrutture per incoraggiare l’uso della bicicletta, e Manchester è ufficialmente la città a cui sono stati riservati più fondi dal 2013 a questa parte. Grazie a questo sono state predisposte nuove piste ciclabili e quelle esistenti sono state migliorate per garantire una rete di collegamento solida e continuativa da e verso il centro città.

Pista ciclabile

Pista ciclabile

Le piste ciclabili sono nella maggioranza dei casi di tipo integrato, ovvero semplicemente disegnate sulla carreggiata della strada dove circolano anche gli automezzi. Certo non l’ideale, considerando il traffico intenso di Manchester città, un deterrente per molti; tuttavia avere una chiara linea di demarcazione, spesso colorata all’interno di un visibilissimo verde brillante, fa una decisa differenza.

Molto è stato fatto anche per facilitare il parcheggio delle biciclette e renderlo più sicuro. Nell’area di Greater Manchester sono stati predisposti quattro Cycle Hub, uno dei quali in pieno centro nella zona di Piccadilly Gardens. Iscrivendosi al programma (disponibile a tutti ad un prezzo moderato – clicca qui per vedere i prezzi del Cycle Hub di Piccadilly Gardens) si ottiene l’accesso alla struttura (tramite una swipe card) dove si può parcheggiare il proprio mezzo in un ambiente sicuro. Pagando un premium si può anche accedere all’area spogliatoi e fare uso della doccia: ottimo per i ciclisti pendolari che non hanno questo lusso nel luogo di lavoro.

BLUC

BLUC

Ma per chi non pascola a Piccadilly Gardens o attorno ai Cycle Hub, sono stati installati i cosidetti BLUC, ovvero delle “scatole” chiudibili con un lucchetto. Decisamente meglio che parcheggiare per strada e ritrovarsi la bici senza ruote e sella, o non ritrovarla per niente… I BLUC sono disponibili ad un prezzo irrisorio (£10 ogni due anni at the time of writing – Marzo 2015).

Qualcosa è stato fatto anche per impaurire i ladri di biciclette che puntano ai mezzi parcheggiati negli stand “normali”, tipo appendere cartelli minatori come “I am watching you” sugli stand, ma l’efficacia di tali mezzi è ancora da provare… Quello che invece è provato è l’alto tasso di furti di biciclette in città (46 casi riportati solo il mese scorso – Gennaio 2015 – nella ristretta zona di Manchester centro). Dunque un sincero consiglio è: se proprio non avete voglia di spendere soldi per usare i cycle hubs o i BLUC, compratevi un lucchetto solido (quelli della Kryptonite sembrano andare per la maggiore), scegliete dove parcheggiare con un po’ di cozza, di notte non lasciate il vostro mezzo in nessun altro posto che dentro casa (non fidatevi degli sheds….) e magari se la vostra bici è bella prendete in considerazione di assicurarla (tramite la vostra Home Insurance o con un’assicurazione separata).

GOOD LUCK!

GOOD LUCK!